BALLA SWING COME NEGLI ANNI ‘30

Il Lindy Hop nasce nel quartiere di Harlem intorno agli anni 20 e 30 del secolo scorso e diventa fin da subito un vero fenomeno sociale, primo esempio di integrazione razziale e superamento delle discriminazioni fra bianchi e neri. Fa parte del filone Swing e si balla prevalentemente in coppia, ma esistono routine che prevedono dei solo steps, cioè passi da eseguire da soli.
La struttura è a 8 e a 6 tempi ed include numerose figure e acrobazie, oltre ad elementi provenienti dal Charleston e dal Tip Tap. Il Lindy Hop è un ballo divertente, non a caso si può anche chiamare “ballo del sorriso”, che lascia molto spazio all’improvvisazione e alla creatività.